Il diritto è un insieme di norme che i membri della società sono obbligati a rispettare e stabiliscono quali comportamenti si devono o non devono fare.

Le fonti del diritto sono tutti gli atti (norme scritte) o fatti (usi e consuetudini) utili a aggiungere o modificare norme giuridiche.

Gli ordinamenti giuridici moderni sono caratterizzati da pluralità delle fonti.

Civil law caratterizza gli ordinamenti giuridici basati su norme scritte (codici e leggi) mentre gli ordinamenti giuridici di Common law sono imperniati sulla giurisprudenza (la giurisprudenza, spesso intesa come scienza del diritto, in questo caso è da considerarsi specificatamente come complesso di pronunce, ossia sentenze od ordinanze).

Volendo sintetizzare la gerarchia delle fonti e focalizzando sull’ordinamento giuridico italiano, al vertice della gerarchia delle fonti è collocata la Costituzione. In ordine di priorità, dalla prima all’ultima:

1 Costituzione

2 Regolamenti e Direttive dell’Unione Europea

3 Fonti comunitarie (Trattati internazionali, Direttive UE)

4 Fonti statali (Leggi, referendum, decreti legge, decreti legislativi, leggi regionali)

5 Fonti amministrative (cosiddette fonti secondarie)

6 Consuetudini o usi (comportamento generalizzato nella collettività ove sussiste la convinzione che tale comportamento derivi da obbligo giuridico).

Importante distinguere la consuetudine dalla prassi. Quest’ultima è una procedura, regolata solo da norme generali e incomplete, non codificata in una legge o in un regolamento.

In caso di contrasto fra norme, vi sono tre criteri per individuare la norma prevalente. Criterio: gerarchico (una fonte di grado inferiore non può mai modificare o abrogare una fonte di grado superiore); cronologico (una fonte successiva nel tempo prevale su una fonte anteriore dello stesso grado); per competenza (una fonte prodotta da organo deputata a disciplinarla prevale su fonti disciplinate da altri organi).

FAQ

Cos’è la normativa? La normativa è un insieme di norme che regolano una determinata materia o presiedono alla disciplina di un istituto o di un ordinamento giuridico.

Qual è la differenza tra legge e norma? La legge è una fonte di produzione del diritto, un atto idoneo a porre in essere norme giuridiche. La norma è invece il contenuto di della legge, ossia la norma è una regola o un insieme di regole e disciplina un ambito specifico e circoscritto.

Dove si trovano tutte le leggi? E’ possibile recuperare le leggi su La Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, strumento ufficiale di diffusione e ufficializzazione di testi legislativi e vari atti. Normativedatabase.net si pone invece, come obiettivo, di raccogliere in un unico database, leggi, circolari, risposte a interpelli, sentenze e ccnl afferenti a specifici argomenti.

Summary
Article Name
Le fonti del diritto
Description
quali sono le fonti del diritto italiano e gerarchia delle fonti del diritto.
Author

Di dr G

Andrea Gandini è un giurista e programmatore, autore di manuali e saggi. Master di secondo livello in protezione dei dati; perfezionamento in programmazione per giuristi e legal tech; laurea in giurisprudenza; diploma di perito informatico.​​ Responsabile di amministrazione del Personale presso una azienda ove partecipa a progetti di digitalizzazione ed automatismi amministrativi. A livello extra aziendale, svolge occasionali consulenze di office automation e protezione dati. Blog personale: www.dottorgandini.it

Articoli correlati